Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.

Ospiti vip e degustazioni al "Pecorino day" di Campagna Amica Lecce

  • Categoria: Notizie
  • Domenica, 24 Febbraio 2019
  • Visualizzazioni: 501
Ospiti vip e degustazioni al "Pecorino day" di Campagna Amica Lecce

Tanta gente oggi nel Mercato di Campagna Amica Lecce in piazza Bottazzi per la seconda giornata di Sos pastori: "Pecorino day", la mobilitazione organizzata da Coldiretti a sostegno della battaglia per il prezzo del latte di pecora e la difesa del settore ovicaprino italiano. Dopo il successo del primo appuntamento di domenica scorsa in piazza Ariosto, oggi bis di degustazioni di formaggi pecorini e altri prodotti a base di latte di pecora. Un presidio per dare forza e sostegno ai pastori italiani e per dire basta alla contrazione degli allevamenti, anche in Puglia, dove negli ultimi 15 anni si sono persi 30mila ovicaprini. Nel Leccese la razza di pecora autoctona, la "moscia leccese", rischia infatti di scomparire.

Nella piazza del Mercato di Campagna Amica è stata anche l'occasione per festeggiare il Carnevale. E tra i tanti clienti, questa mattina anche un ospite vip: la scrittrice Barbara Alberti che ha chiacchierato con i coltivatori ed ha fatto la spesa a km zero con i prodotti genuini delle campagne salentine. A tutti i visitatori del farmer market sono state offerte gustose chiacchiere a "km zero" fritte con olio extravergine d'oliva made in Salento e altre bontà. Coriandoli, stelle filanti e simpatiche maschere hanno reso ancora più piacevole la domenica di shopping a km zero tra gli stand gialli.

Tanta solidarietà e un gradimento crescente dei consumatori verso i prodotti di Campagna Amica. "Peccato che questa solidarietà - commentano il presidente di Coldiretti Lecce, Gianni Cantele e il direttore Francesco Manzari - dimostrata ampiamente nei due giorni del Pecorino Day, e questa bella e virtuosa socializzazione alimentare non vengano premiate dai ritardi che la burocrazia offre quotidianamente alle imprese agricole sia per la Xylella che per il Psr".

Galleria immagini

Torna a inizio pagina