Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.

Mercoledì 14/11 Fitness e "merende della salute" nel Mercato di Campagna Amica di Parco Tafuro

  • Categoria: Notizie
  • Lunedì, 12 Novembre 2018
  • Visualizzazioni: 430
Mercoledì 14/11 Fitness e "merende della salute" nel Mercato di Campagna Amica di Parco Tafuro

Fitness e "merende a km 0" per crescere più sani, belli e felici. Si parlerà dell'importanza del binomio tra sana alimentazione e sport Mercoledì 14 novembre, alle ore 11, nel Mercato di Campagna Amica Lecce di parco Tafuro. Il presidente provinciale dell'Ordine dei medici, Donato De Giorgi spiegherà i benefici di un'alimentazione sana e con i prodotti del territorio e di stagione, mentre Giancarlo Rendina e i coach della palestra "Strong Fitness Lab" illustreranno le discipline più in voga con cui tenersi in forma.

Alla mattinata parteciperanno le scolaresche, mentre i coltivatori diretti offriranno la "Merenda dello sportivo" a base di spremute di frutta fresca, centrifugati di verdure, crostate alla marmellata, pane e olio extravergine e altre bontà salutari.

Una giornata di sensibilizzazione rivolta soprattutto ai giovani quella promossa da Coldiretti Lecce, per contrastare stili di vita che vedono le nuove generazioni sempre più pigre, attaccate 24 ore su 24 agli smartphone e tendenzialmente in sovrappeso. Secondo una ricerca sugli stili di vita dei bambini e degli adolescenti condotta da Ipsos per Save the Children, Uisp (Unione italiana sport per tutti) e Csi (Centro Sportivo Italiano), il 23% di bimbi e ragazzi italiani non fa alcuna attività motoria nel tempo libero. Quest'alta percentuale sembra essere imputabile in parte alla crisi, in parte al disinteresse verso l'attività fisica, manifestato dal 39% dei ragazzi intervistati. Quanto all'obesità, l'Organizzazione mondiale della sanità la considera una vera e propria epidemia per l'intera Europa. L'obesità infantile, infatti, è in aumento del 20-30% e l'Italia contribuisce al problema con una media nazionale di circa il 25% di bambini e adolescenti che presentano questo tipo di disturbo.

Torna a inizio pagina