Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.

Martina interviene dopo la manifestazione Coldiretti

  • Categoria: Notizie
  • Giovedì, 13 Agosto 2015
  • Visualizzazioni: 6498
Martina interviene dopo la manifestazione Coldiretti

Pubblichiamo il comunicato stampa con la risposta del ministro Martina alla lettera inviata dagli onorevoli Bellanova e Capone dopo la manifestazione del 10 agosto organizzata da Coldiretti Lecce.

 

*******

Xylella, campo di sperimentazione ad Alezio e indennizzi:

il Ministro Martina risponde alla sollecitazione
della Sottosegretaria Bellanova e dell'On. Capone.
Per la ricerca 4 milioni: programma coordinato dal Crea

La lettera al Ministro Maurizio Martina, firmata dalla Sottosegretaria Teresa Bellanova e dall'On. Salvatore Capone, era stata inviata al termine della manifestazione promossa da Coldiretti lunedì scorso 10 agosto a sostegno del campo di sperimentazione a cielo aperto sulla cultivar leccino in località Masseria Bianca-Alezio, e per chiedere la velocizzazione delle procedure di accesso alle risorse stanziate dal Governo per le imprese colpite dalla diffusione del batterio.

 La risposta del Ministro è giunta nel volgere di 24 ore, a riprova dell'attenzione sua e del Governo verso l'emergenza, confermando la priorità della sperimentazione e della ricerca a salvaguardia dell'olivicoltura salentina e informando sullo stato dell'arte per quanto concerne gli indennizzi.

Corposa e dettagliata, la risposta del Ministro Maurizio Martina muove dalla proroga dell'emergenza deliberata dal Consiglio dei Ministri il 31 luglio scorso, con relativa proroga dell'incarico al Commissario delegato all'attuazione del piano di emergenza.
"Alla luce di tale delibera", scrive Maurizio Martina, "il Commissario Silletti sta predisponendo un nuovo piano di interventi che prevede l'inclusione, tra le varie azioni, anche dell'erogazione di indennizzi a ristoro dei danni subiti a seguito degli abbattimenti effettuati in esecuzione della Decisione comunitaria del 18 maggio 2015.
Parallelamente all'intensificazione delle azioni volte a contrastare la diffusione del batterio verso Nord", prosegue il Ministro, "ho chiesto al Crea di coordinare un programma di ricerca di ampio respiro, a cui saranno destinati 4 milioni di euro, attivati grazie alla legge 91/2015.
In tale ambito, particolarmente importante sarà la sperimentazione da condurre sul territorio della Provincia di Lecce, a cominciare dallo studio delle varietà di olivo più tolleranti o addirittura resistenti, dalle tecniche di lotta al batterio e agli insetti vettori, dalle pratiche agronomiche più o meno efficaci, dalle più efficienti modalità di monitoraggio e via dicendo".

E ancora: "E' del tutto evidente che in questa fase la priorità debba essere attribuita alle azioni di lotta al batterio e alla ricerca delle più appropriate soluzioni per consentire ad un territorio fortemente provato dall'emergenza Xylella di guardare con fiducia al futuro. L'individuazione di varietà di olivo resistenti alla Xylella è quindi una priorità assoluta, per questo non abbiamo intenzione di trascurare alcuna proposta provenga dal territorio.
Per quanto concerne la resistenza della varietà Leccino, capacità che io stesso ho avuto modo di apprezzare visitando recentemente l'area colpita dal disseccamento rapido", afferma il Ministro, "è già oggetto di indagine da parte dei diversi istituti di ricerca che stanno concentrando l'attenzione sul tema Xylella".

Infine, il tema indennizzi: "Quanto infine alle procedure da mettere in atto per consentire agli agricoltori di accedere ai contributi previsti dal Fondo di solidarietà nazionale, appositamente rifinanziato dalla legge 91/2015", conclude la lettera del Ministro Martina, "la Regione Puglia in questi giorni ha promosso una serie di incontri tecnici con le organizzazioni di categoria, per illustrare le varie possibilità di intervento e le relative procedure di accesso, da completare entro le prossime settimane, in modo da consentire ai soggetti interessati di poterne beneficiare".

 

(In basso alleghiamo la lettera degli onorevoli al ministro) 

 

Documenti allegati

Torna a inizio pagina